Martedì, 04 Gennaio 2011 06:56

Il violabile diritto del correntista bancario (stupidi computers!)

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Come molti anche io pago il mutuo della casa. Inesorabile, l'ultimo giorno del mese, la banca preleva il giusto balzello dal mio conto per andare a riempire il pozzo senza fondo del mio debito nei suoi confronti. E fin qui tutto bene.

Succede che, qualche mese fa, mi viene restituita, senza che lo chiedessi, la rata del mutuo... Che bello! ho pensato, la banca mi fa il regalo di natale in anticipo! Ma una vocina flebile dentro di me mi diceva: chiamali e avvisali, è sicuramente un errore. Quella vocina flebile, la voce della coscienza, ha ancora qualche effetto su di me perciò mi sono sentito in dovere di avvisare la banca.

Dopo una mezz'oretta di discussione telefonica, l'addetto non ha capito il perchè mi fossero stati restituiti i soldi ma, zelantemente, ha subito provveduto a farli sparire dal conto. Un rapido controllo sul conto e.... mi accorgo che mi hanno tolto € 0,65 i più! Ma come ? Io buono e gentile vi avviso e voi in cambio mi "ciulate" più del dovuto!

 

E richiama il simpatico addetto e dopo diverse telefonate e dopo essere dovuto andare in banca di persona, scopro che ri-togliendomi i soldi, il sistema informatico ha pensato che stessi pagando in ritardo il mutuo e per questo mi ha affibiato una mora di € 0,65. Ho fatto aprire una segnalazione in banca e ora devo solo aspettare pazientemente (si sa che tutti quelli che stanno male per qualcosa, tipo diritti non rispettati o malattie più o meno gravi, si chiamano , non a caso, pazienti) che qualche simpatico amministratore capisca cosa è succeso e mi restituisca i miei sudati € 0,65!

Le domande sorgono spontanee:

  • Perchè ho dato ascolto a quella flebile vocina ? La prossima volta aumento il volume della musica per zittirla!
  • Perchè se io vado in rosso mi fanno un paniere così e quando loro sbagliano io devo pazientare ?

Ho anche pensato ad una sottile vendetta: denunciare la banca. L'avvocato mi ha detto: "Se vai davanti ad un giudice per € 0,65 finisce che ti sputa in faccia." e io "Ma scusa, non sarebbe meglio se sputasse in faccia alla banca che mi costringe a denunciarli ?". E allora l'avvocato "Guarda che se vai in giudizio la banca potrebbe scegliere di andare in transazione e quindi tu, e non la banca, dovresti pagare le mie spese legali."... A quel punto.... ho ricominciato ad essere paziente anche se ho pensato "MA VAFF....."

Addendum: 31 Gennaio 2011 - anonimamente restituiti i soldi (decurtati senza avviso dalla rata del mutuo....)

Letto 1832 volte Ultima modifica il Sabato, 14 Dicembre 2013 19:24

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Login Form